fbpx

Imprenditoria femminile: un mondo che c’è

In questi giorni mi sono casualmente imbattuta in un articolo che riporta alcuni dati interessanti rispetto all’imprenditoria femminile e al suo sviluppo nel mondo.

Casualità perfetta, visto che proprio di recente realizzavo come, in questi due anni di LDP Consulting, mi sia capitato molto più spesso di imbattermi in donne al timone di piccole e grandi imprese – in maniera ufficialmente riconosciuta o no.

Visto che odio gli stereotipi femministi, il NOI e il LORO, le lotte senza senso, preciso che riporto alcuni dati non per dimostrare qualcosa, ma per raccontare una realtà che ancora per molti appare un’eccezione, ma che eccezione ormai non è. Da molti anni.

Nel 1972, solo il 4,6% delle imprese era guidata da una donna. Un numero aumentato del 3000% da quell’anno al 2018.

Le donne guidano più spesso degli uomini piccoli business (90.3% versus 82.3%) . Le imprenditrici realizzano e creano da zero piccoli progetti, senza l’ansia “della dimensione”.

Mediamente, le aziende guidate da donne crescono dell’84%, più velocemente di quelle in cui alla guida si trova un uomo, che hanno invece un tasso di crescita del 78%.

Di contro le donne sono solite ricevono meno finanziamenti e fondi rispetto agli uomini, in una percentuale del 23% vs il 33% .

Negli Stati Uniti il 35% delle donne con un’attività ha sperimentato discriminazioni di genere, dato variabile da Paese a Paese ma che trova la percentuale più bassa in Francia con un -non male – 22%.

Qualcosa si è mosso, molto altro c’è da fare. Ma in un Paese ancora fortemente condizionato come l’Italia, non posso fare a meno di notare come tutto questo rispecchi la realtà. Come le partnership tra aziende al femminile non facciano che aumentare. Come, nonostante gli scarsissimi aiuti sociali, sia sempre meno la paura di provare. E soprattutto come lo spirito di community e collaborazione, che una volta sembrava – era solo una diceria? – una chimera ora viaggi in maniera sempre più decisa.

Io non posso che confermare la gioia, la concretezza, la passione, l’empatia, l’ironia, che ritrovo sempre in questi rapporti al femminile.

Perché non più tardi di oggi mi sono sentita dire “tanto non saprà fare manovra” uscendo da un parcheggio e non solo sono, ahimè, uscita senza problemi, ma ho fatto un bel sorriso.

Lo stesso sorriso che ci dipingiamo in faccia tutti i giorni, di quelli che “se è più difficile, c’è più gusto”.

E ci stiamo divertendo tanto. Citando una mia amatissima partner, non posso che dire Thank You Universe (giordanatalamona.it)… The Best is Yet To Come.

Per un’analisi del tuo brand e un’idea degli strumenti migliori per promuoverlo: info@ldp-consulting.it

Leave a comment

× Qual è il tuo obiettivo per il 2022?